Skip to content

Brain Oil

Contro l'INVECCHIAMENTO CEREBRALE e la PERDITA di MEMORIA e per PREVENIRE il MORBO DI ALZHEIMER

Un integratore alimentare con Acido Alfa-lipoico, Melatonina, Vitamina E, Vitamina D3, Omega 3, Coenzina Q10, Olio essenziale di Salvia Officinalis in Olio Extra Vergine di Oliva

Brain Oil

Effetti sulla salute

Olio essenziale di Salvia

- Migliora l' umore e le prestazioni cognitive sia in soggetti adulti sani che in pazienti con demenza e danno cognitivo.
- Inibisce enzimi deputati alla degradazione dell’ acetilcolina, neurotrasmettitore essenziale per il nostro organismo poiché interviene nella trasmissione degli impulsi nervosi tra le sinapsi.

Coenzima Q10

- Potente antiossidante previene il rischio di sviluppare patologie neurodegenerative preservando le lipoproteine presenti nel sangue dall’attacco dei radicali liberi e riducendone il numero nelle cellule neuronali, causa dell’accumulo del costituente maggiore delle placche amiloidi, il peptide β-amiloide (Aβ) responsabile della malattia di Alzheimer (AD).
- Contrasta la disfunzione mitocondriale e l’esaurimento energetico nei disordini neuro degenerativi.
- esplica un ruolo molto importante nell’ossigenazione delle cellule cerebrali.

Acido Alfa-Lipoico

- Potente antiossidante, capace di oltrepassare la barriera sangue/cervello, solubile sia nei lipidi che nell’acqua, combatte lo stress ossidativo provocato dai radicali liberi presenti sia in ambiente acquoso come il citoplasma delle cellule sia in ambiente oleoso come la membrana dei neuroni e delle cellule, la cui integrità è fondamentale per la trasmissione degli impulsi nervosi.
- In grado di rigenerare altri antiossidanti quali le vitamine C ed E, il coenzima Q10 ed il glutatione.
- Favorisce la produzione di acetilcolina uno dei maggiori responsabili delle trasmissioni nervose.
- Previene l’ ossidazione del colesterolo LDL e la sua combinazione con gli acidi grassi ω-3 rallenta il declino cognitivo e funzionale nell’ Alzheimer.

Melatonina

- Riduce l' aggregazione e la tossicità dei peptidi di β-amiloide che sono prodotti dalla proteina precursore β-amiloide (βAPP).
- Stimola il processamento non amiloidogenico della proteina precursore β -amiloide stimolando le α-secretasi e inibendo le funzioni di entrambe le β- e γ-secretasi.

Acidi grassi Omega 3
(DHA - EPA)

- Aumentano i livelli del fattore neurotrofico cerebrale (BDNF) che esercita la sua azione sulla plasticità sinaptica, sull' apprendimento e sulla memoria influenzando la persistenza della memoria a lungo termine e la memoria spaziale.
- Riducono la riduttasi HMG-CoA, enzima deputato alla sintesi del colesterolo epatico, sfavorendo in tal modo l’ accumulo di colesterolo a livello cerebrale, causa di stress ossidativo, aumento di radicali liberi, diminuzione della fluidità ed aumento della rigidità della membrana neuronale.
- Preservano l’ integrità dei neuroni dell' ippocampo entrando nella struttura dei fosfolipidi di membrana neuronale con conseguente aumento della plasticità delle sinapsi.
- Protettivi per il morbo di Alzheimer e altre forme di demenza poiché contrastano la formazione delle placche amiloidi e aumentano l' elaborazione non-amiloidogenica della proteina precursore β-amiloide (βAPP) incrementando l' attività delle α-secretasi e influenzando l' attività della β e della γ-secretasi.
- Limitano la produzione e l' accumulo della tossina del peptide β-amiloide sopprimendo le due principali chinasi (β e γ-secretasi) responsabili della patologia del groviglio neurofibrillare e della inattivazione, tramite fosforilazione, della proteina tau associata ai microtubuli con il ruolo di “spazzino” del peptide β-amiloide tossico.
- Favoriscono la degradazione e la fagocitosi di Aβ da parte dei macrofagi.
- Contrastano la ridotta capacità di apprendimento, di elaborazione della memoria, di trasformare la memoria da breve termine in memoria a lungo termine e nella navigazione spaziale, manifestazioni tipiche dell’ AD (morbo di Alzheimer).

Vitamina D3

- Agisce come un neurosteroide in determinate regioni del cervello deputate all’ apprendimento e alla memoria.
- Provoca la diminuzione del numero di placche amiloidi e la degradazione dei peptidi Aβ.
- Sfavorisce l' attività della β-secretasi, proteasi che, tagliando la proteina APP, genera i peptidi tossici.
-- Diminuisce la perdita di sinapsi neuronali indotte da Aβ.

Vitamina E
(Tocotrienoli)

- Riduce il rischio di deterioramneto cognitivo negli anziani.
- Sfavorisce la produzione della proteina β -amiloide.
- Inibisce la riduttasi HMG-CoA, enzima deputato alla sintesi del colesterolo epatico, sfavorendo in tal modo l’ accumulo di colesterolo a livello cerebrale, causa di stress ossidativo, dimunuita fluidità ed aumentata rigidità della membrana neuronale.
- Potente antiossidante protegge le membrane cellulari bloccando i radicali liberi perossido lipidici artefici delle ossidazioni causa di estesi danni alle membrane.